Da un po’ di tempo i cosiddetti ransomware, virus che bloccano completamente i documenti nei PC con sistemi Windows cambiandone l’estensione e criptando il contenuto, sono diventanti un incubo. Per alcuni rari casi era stata trovata la chiave per sproteggere i propri file, senza dover pagare il riscatto in Bitcoin, dopo una massiccia operazione internazionale delle Forze dell’Ordine ed il ritrovamento dei server con le chiavi; però ad oggi vi sono diverse varianti che non è possibile sbloccare.

In questi giorni un colpo di fortuna, non si sa ancora se un ravvedimento bonario o meno, ha permesso di avere la chiave universale contro i danni da Teslacrypt v. 3 per i file bloccati con estensioni: .xxx / .ttt / .micro / .mp3

In sintesi, un ricercatore di ESET (produttore di antivirus) si era accorto che i server usati da Teslacrypt erano in spegnimento; si è allora collegato alla chat di “assistenza” (già, perché questi creatori di virus sono pure gentili!) chiedendo se sarebbe stata rilasciata la chiave di sblocco e con sorpresa gli è stato risposto affermativamente 🙂

Teslacrypt decrypt

Quindi dal sito Bleeping Computer (ottima fonte di tool antivirali) potete scaricare il programma TeslaDecoder di decriptazione contro Teslacrypt.

Qui potete leggere la spiegazione in Inglese:
http://www.bleepingcomputer.com/news/security/teslacrypt-shuts-down-and-releases-master-decryption-key/

Aggiornamento dic. 2016: se siete bloccati dalla versione 4 (che non modifica l’estensione dei documenti), provate con RakhniDecryptor, scaricabile da questo elenco di decriptatori: https://noransom.kaspersky.com/

Licenza Creative Commons
Questo articolo è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale

Questo articolo ti è stato utile? Ti sarò grato se vorrai mandarmi una donazione libera con PayPal!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *